Settore giovanile

Settore giovanile, il Responsabile Franco Salerno: “Questo per noi è l’anno zero. C’è tanto da lavorare, ma vogliamo tornare a buoni livelli”

Il settore giovanile rossoblù da quest’anno è stato affidato a Franco Salerno, da sempre legato alla società pometina. Dopo il cambio di società da SSD Pomezia Calcio a ASD Pomezia Calcio 1957 ovvimente si sono perse tutte le categorie e dunque si è ripartiti dalle categorie provinciali.

I campionati del nostro settore giovanile sono cominciati oramai da 4 giornate e con Franco Salerno abbiamo tracciato un primo bilancio stagionale:

Questo per noi è l’anno zero. Siamo ripartiti dai campionati provinciali con tanto entusiamo e voglia di fare bene.

Per quanto riguarda il settore agonistico abbiamo 4 gruppi dall’Under 17 all’Under 14. La maggior parte delle squadre sono formate da tanti ragazzi nuovi, ma anche da molti atleti che già militavano nel Pomezia.

Una grande mano per allestire le varie rose me l’ha data il mio stretto collaboratore Angelo Frezza, che ringrazio pubblicamente.

Abbiamo scelto tutti tecnici nuovi e competenti che vorrei nominare uno ad uno: Alberto Furesi per l’Under 14, Alberto Gentili per l’Under 15, Marco Di Venosa per l’Under 16 e Francesco Francardi per l’Under 17.

Anche lo staff dei  preparatori atletici è molto valido e composto da Dario De Paolis e Francesco Blancodini; mentre i nostri portieri sono allenati e preparati  da Fabrizio Marinelli.

In questo primo mese di gare il gruppo che ci sta regalando maggiori soddisfazioni è sicuramente l’Under 17 di Francardi. E’ una squadra parzialmente nuova con ragazzi di Pomezia, di Aprilia e Roma. Fino ad ora hanno collezionato 3 vittorie e una sconfitta che valgono il secondo posto in classifica.

Con l‘Under 16 e l’Under 15 stiamo faticando un pò, ma sono sicuro che piano piano inizieranno ad arrivare anche i primi risultati.

La cosa che mi colpisce è il senso di appartenenza e la voglia che c’è nei ragazzi di allenarsi e stare insieme.

Con la società ci siamo prefissati un progetto triennale con la speranza di riportare le categorie Elite a Pomezia. Sarà un percorso lungo e difficile, ma noi ce la metteremo tutta.

C’è tanto da lavorare e da migliorare, ma con l’aiuto di tutti ci toglieremo delle belle soddisfazioni.

Un ringraziamento speciale lo voglio fare al Patron Alessio Bizzaglia per la fiducia che ha riposto nella mia figura e spero di essere all’altezza dell’incarico che mi ha affidato.

Forza Pomezia e in bocca a lupo a tutte le nostre squadre, ai nostri allenatori, alla segreteria e tutti i genitori che seguono con passione i propri figli”.

 

Ufficio stampa Pomezia Calcio 1957

 

 

 

Settore Giovanile rossoblù, il resoconto del week-end (9-10 novembre)

Settore giovanile – Il resoconto del week end

Un altro weekend è andato in cantiere per il nostro settore giovanile

Partiamo dall’Under 19 di mister Bussi che al Comunale è impattata sul 2-2 contro il Flaminia. In vantaggio di due reti grazie alle segnature di Minghella e Tueto Fotso, negli ultimi minuti della partita hanno subito due gol per il definitivo 2-2 finale. Al momento la classifica recita 6 punti, penultimo posto e sabato trasferta a Monterosi che si trova sopra di un punto.

L’Under 17 di mister Francesco Francardi che viaggiava a punteggio pieno, domenica ha subito la prima sconfitta stagionale di misura 0 – 1 contro la Magnitudo. Nonostante questo, la classifica è ancora buona, infatti la squadra di Francardi si trova al secondo posto ad una sola lunghezza dalla coppia Dabliu New Team/Vivace Furlani e nel prossimo turno sarà di scena in zona Casal Palocco per sfidare i pari età della Jem’s Soccer Accademy.

Note dolenti giungono dalle nostre Under 16 e Under 15 che fin’ora non hanno mai vinto, pur offrendo delle buone prestazioni.

Gli Allievi under 16 di mister Marco Di Venosa hanno registrato un pesante ko per 6 – 0 nel derby con l’Indomita Pomezia e sabato andranno a  Velletri per la seconda trasferta consecutiva.

Mentre i giovanissimi under 15 del tecnico Alberto Gentili hanno perso 3 – 0 in casa della capolista Testaccio e domenica ospiteranno la Vis Velletri anche lei ancora ferma a 0 punti.

Bella vittoria invece dell’Under 14 allenata da Alberto Furesi che si è imposta 7 – 2 con il Tor de Cenci e si porta a 4 punti in classifica. E sabato arriverà l’Atletico Capannelle per la seconda partita in casa consecutiva.

Ufficio stampa Pomezia Calcio 1957

Maurizio Bussi è il nuovo allenatore dell’Under 19. Magrelli promosso a Vice della prima squadra

Maurizio Bussi, fratello di Andrea Bussi, è il nuovo allenatore della Juniores Nazionale Under 19 del Pomezia Calcio 1957.

Maurizio Bussi nelle precedenti stagioni ha ricoperto il ruolo di Direttore tecnico dell’Atletico Torvajanica oltre ad aver allenato l’UniPomezia ai tempi della gestione Bizzaglia e la Juniores dell’Aprilia qualche anno fa.

Mentre Marco Magrelli è stato promosso a Vice Allenatore della prima squadra e affiancherà Andrea Bussi per il proseguio della stagione.

Si tratta di un ritorno a casa – dichiara il DS Alessandro Mezzina – “Maurizio lo conosco da diverso tempo e sono contentissimo che sia tornato a far parte della nostra grande famiglia.

La sua esperienza e la sua professionalità saranno sicuramente un valore aggiunto per la nostra Juniores che è una buona squadra e con l’avvento di Bussi potrà iniziare a raccogliere risultati migliori e risalire la classifica.

Mentre per la prima squadra ho deciso di affidare a Marco Magrelli, già nostro allenatore dell’Under 19, l’incarico di allenatore in seconda al fianco di Andrea Bussi, che a differenza delle voci che sento in giro, non è assolutamente in discussione. 

Penso sia un giusto riconoscimento per Marco e per la sua crescita professionale.

Colgo l’occasione per ringraziare tutto lo staff tecnico della prima squadra e della Juniores, dal prepartore dei portieri al preparatore atletico che ogni giorno lavorano con serietà e passione per il bene comune.

Faccio un grosso in bocca a lupo a Maurizio e a Marco per i loro nuovi incarichi all’interno della società e sempre forza Pomezia.

 

Foto @Cannata

Ufficio stampa Pomezia Calcio 1957

U19, Calabresi: “Lotteremo fino alla fine”

Passi in avanti per il Pomezia di mister Fabio Calabresi. I litoranei, reduci dal 5-0 subito contro il Tor di Quinto, hanno pareggiato 0-0 contro la più quotata Urbetevere. Un buon punto se si pensa alla difficoltà del match, meno se lo si considera in chiave classifica: il Pomezia agguanta il penultimo posto a quota 17, ma resta a meno 6 dalla zona play-out.

L’andamento del match lascia parzialmente soddisfatto Calabresi, che trova, però, molto su cui recriminare. “Questa partita rappresenta l’emblema della nostra stagione. Abbiamo quasi dominato la gara, non riuscendo però a trovare il goal che la sbloccasse. Il culmine della sfortuna è arrivato al 93′, quando abbiamo anche fallito un calcio di rigore che ci avrebbe regalato i 3 punti”.

L’amarezza è chiara, ma il tecnico tiene a mente anche il momento tecnico non felice che sta vivendo la sua squadra. “Siamo pieni di infortunati. Abbiamo perso i 2 portieri titolari e ci presentiamo ad ogni gara imbottiti di 2002, mentre gli altri scendono in campo con i 99…“.

Non c’è troppo tempo per pensare al passato: sabato il Pomezia andrà a giocare sul difficile campo dell’Insieme Ausonia. “Loro sono una squadra ostica, brillante e forte offensivamente. Avremo parecchie defezioni ma, se i ragazzi interpreteranno la partita come hanno fatto con l’Urbetevere, potremo giocarci le nostre chances. Sicuramente andremo lì per vincere”.

Situazione di classifica che, adesso, si fa quasi disperata. Quanto crede ancora alla salvezza mister Calabresi? “Servirà un’impresa. Lotteremo finché la matematica non ci condannerà, non vedo altre soluzioni. Dal canto mio, mi assumo le mie responsabilità: sono subentrato a Dicembre e in 3 mesi non sono riuscito a migliorare il campionato di questi ragazzi. Sicuramente ho le mie colpe”.

Il Pomezia può vantare un curioso dato statistico: è la squadra che ha vinto meno in campionato ma è anche quella che ha pareggiato di più. Sta anche qui la spiegazione del penultimo posto? “Assolutamente sì. Con l’Almas vincevamo 1-0 e abbiamo subito il pari al 91′, idem con l’Atletico 2000 e Sabato ci siamo mangiati la vittoria sbagliando un rigore. Non voglio cercare alibi, ma la fortuna di certo non aiuta. Sicuramente anche noi abbiamo dei limiti sui quali dobbiamo lavorare”.

EM Social

EM Social Subtitle